Giornalismo e verità in ricordo di Pippo Fava

Lorenzo Frigerio su Libera Informazione del 12 gennaio 2018. 

“Io ho un concetto etico del giornali­smo. Ritengo infatti che in una società demo­cratica e libera quale do­vrebbe essere quella italiana, il giornali­smo rappresenti la forza essenziale della società. Un gior­nalismo fatto di verità impedi­sce molte corruzioni, frena la vio­lenza e la crimina­lità, accelera le opere pubbliche indispen­sabili. pretende il fun­zionamento dei ser­vizi sociali. Tiene con­tinuamente al­lerta le forze dell’ordine, sollecita la co­stante at­tenzione della giu­stizia, impone ai politici il buon gover­no.

Continua la lettura di Giornalismo e verità in ricordo di Pippo Fava

Premio Fava Giovani 2018 – Palazzolo Acreide 28 gennaio

La Fondazione “Giuseppe Fava”  e il Coordinamento “Giuseppe Fava” di Palazzolo Acreide, con il patrocinio dell’Associazione Antiracket e del Comune di Palazzolo Acreide, sono lieti di presentare l’undicesima edizione del Premio “Giuseppe Fava” – Giovani.

Senza perdere di vista l’esempio rappresentato dal giornalista, sceneggiatore, narratore di parole e immagini, e uomo di cultura a tutto tondo da cui prende il nome, la Fondazione “Giuseppe Fava” torna ad assegnare, dopo il 2009, il Premio “Giuseppe Fava” – Giovani a un professionista della narrazione filmica, Fabio Leli, per la realizzazione del docufilm-inchiesta Vivere alla grande.

Continua la lettura di Premio Fava Giovani 2018 – Palazzolo Acreide 28 gennaio

34° ANNIVERSARIO – 5 GENNAIO 2018

There is something else I should say before I go: when people taunt you or criticise you for being “negative” or for failing to go with their flow, or for not adopting an attitude of benign tolerance to their excesses, bear in mind always that they, and not you, are the ones who are wrong.
C’è qualcos’altro che dovrei dire prima di andare: quando le persone ti scherniscono o ti criticano per essere “negative” o per il non andare con la corrente, per non assumere un atteggiamento di benevola tolleranza verso i loro eccessi, ricorda sempre che loro, e non voi, sono quelli che hanno torto.

È con queste parole, tratte dal blog di Daphne Caruana Galizia del 5 giugno 2017, che la sorella Corinne Vella ha ringraziato la Fondazione Fava per l’assegnazione del premio nazionale Giuseppe Fava alla memoria di Daphne.

Continua la lettura di 34° ANNIVERSARIO – 5 GENNAIO 2018

Il Giardino di Scidà

È la news più importante di questa coda del 2017.

Un bene confiscato alla mafia diventa casa memoria. Una casa con un bellissimo giardino nel centro della città di Catania, in via Randazzo 27. Una rete di associazioni che vuole trasformare quello che è stato un luogo di mafia in un giardino per il quartiere e in una “casa memoria” della lotta alla mafia: I Siciliani Giovani, l’Arci, il GAPA, la Fondazione Fava, il circolo Melquiades, il Collettivo Scatto sociale, il MAD, l’Anpi.

L’abbiamo chiamato “Il Giardino di Scidà”, dedicandolo a Gianbattista Scidà, per anni presidente del Tribunale dei Minori di Catania, che ha speso la propria vita per combattere la mafia e salvare intere generazioni dalla criminalità.

Dieci minuti del tuo tempo per guardare il video (di Giuseppe Consales, musiche di Sacha Tilotta) della consegna del bene confiscato e ascoltare il progetto che speriamo di realizzare anche col tuo aiuto.

Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=m_67q7uNCXs&t=3s

Sostieni il progetto:

 https://www.produzionidalbasso.com/project/il-giardino-di-scida-un-bene-confiscato-alla-mafia-diventa-casa-memoria/

Il silenzio è mafia

Trento, 2 novembre 2017
Stasera respiriamo anticorpi, ha detto l’avv. Andrea De Bertolini (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trento) presentando l’evento Il silenzio è mafia. Il Teatro Sociale di Trento s’è riempito velocemente in ogni ordine di posti. Magistrati, avvocati e cittadini comuni e, soprattutto, tanti giovani sono accorsi per ascoltare la lettura di testi di Giuseppe Fava.

Continua la lettura di Il silenzio è mafia

LEO GULLOTTA legge GIUSEPPE FAVA

 

 

 

 

 

Una serata meravigliosa quella di giovedì 14 settembre 2017 al Teatro Antico di Catania, organizzata dalla Fondazione Fava nel 92° anniversario della nascita di Giuseppe Fava. Dopo aver dedicato la giornata dello scorso anno alla giovinezza di Fava, il tema scelto per quest’anno è stato Catania e Fava. Una cavea gremita, quasi mille persone, è stata soggiogata dalla magistrale recitazione di Leo Gullotta.

L’attore catanese, amico da sempre dell’autore, ha interpretato (nel più autentico senso del termine) gli scritti di Giuseppe Fava. Oltre ai testi di Quella p… chiamata Catania e Catania fa paura, sono stati inseriti nel recital anche il testo leggero, quasi buffo, La statua di Plutone (elzeviro pubblicato negli anni 50-60 su Microscopio, rubrica di ESPRESSO SERA) e L’Innocente, probabile opera prima come narrativa (1947). Nella lettura-interpretazione de L’Innocente, Gullotta ha superato se stesso elevando il testo, già di per sé lirico, al livello di autentica poesia in prosa.

Continua la lettura di LEO GULLOTTA legge GIUSEPPE FAVA

Una recensione su FAVA premiata al Lions Club di Palazzolo Acreide

Lunedì 29 maggio, nell’ambito del XXIII Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani, organizzato a Palazzolo Acreide dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico, 

 

 

 

 

 

si è svolta la premiazione del 4° concorso “Liberamente dalla lettura alla scrittura”  organizzato dal Lions Club Palazzolo Acreide.

Il concorso, rivolto agli studenti delle superiori dei Comuni di Palazzolo Acreide e Canicattini Bagni richiedeva la lettura e la successiva recensione di uno dei tre libri proposti dal bando (Non chiedere perché, di Franco Di Mare; Ogni mattina a Jenin, di Susan Abulhawa; Prima che vi uccidano, di Giuseppe Fava).

 

Il secondo premio è andato a Benedetta Scirpo, della classe IIA del Liceo Classico Platone di Palazzolo Acreide, che ha scelto il romanzo di Fava.

 

La Fondazione Giuseppe Fava, invitata per la consegna del premio, è ben lieta di pubblicare la recensione sul proprio sito.

Continua la lettura di Una recensione su FAVA premiata al Lions Club di Palazzolo Acreide

UN PICCOLO AIUTO PER UN GRANDE PROGETTO! (2)

UN PICCOLO AIUTO PER UN GRANDE PROGETTO

OBIETTIVO RAGGIUNTO!

I preventivati 1.000,00 € sono stati raccolti in poco più di un mese, grazie a…

Dario Lo Giudice, GMA, Antonio La Porta, Monia Marchetti, Rosalia Collura, Francesco Prisco, Nuccio Gibilisco, Maurizio Parisi, Cesare Barbieri, Maria Scordo, Letizia Barbagallo, Gioia, Addio Pizzo Catania Onlus, Giuseppe Tomasello, Belinda Corridore, Valeria e Stefano Lo Savio, Venanzio Andreozzi, Giovanni Scuderi, Silvia Arneri, Lorenzo Frigerio, Beppe Mignemi, Raffaella Guido, Vito Giunta, Maria Luisa Fichera, Marilù, Valentina Sciacca, Massimiliano, Leonardo D’Urso, Graziella Puglisi, Maurizio Parisi

(elenco aggiornato alle ore 10:00 del 25 maggio 2017)

La raccolta continua; e grazie alla vostra generosità potremo stampare più delle 500 copie preventivate!

Grazie a tutti

http://www.laboriusa.com/campaigns/giuseppe-fava-lezione-sulla-mafia/

 

La somma raccolta sarà utilizzata per stampare copie della Lezione sulla Mafia (di Giuseppe Fava) da distribuire agli studenti delle Scuole perché entri nel programma didattico sulla legalità.

Intitolato a Giuseppe Fava l’Auditorium dell’Istituto S. Todaro di Augusta

Giovedì 18 maggio 2017, presso il plesso centrale dell’Istituto Comprensivo S. Todaro di Augusta, la Prof. Maria Teresa Ciancio e la Dr.ssa Francesca Andreozzi (Presidente e Vicepresidente della Fondazione Giuseppe Fava) sono intervenuti alla intitolazione dell’Auditorium dell’Istituto a Giuseppe Fava.
Erano presenti la Preside Prof. Rita Spada ed il corpo docente, il Prof. Giovanni Caruso de “I Siciliani Giovani”, Nuccio Gibilisco del Coordinamento Fava di Palazzolo Acreide, e l’artista Ivano di Modica. È stato proiettato un video-excursus sull’attività giornalistica del giornale L’Ora di Palermo. È seguito un recital e un concerto degli studenti dell’Istituto, che è a indirizzo musicale.Alla fine della cerimonia, Preside, Docenti e Amministrativi dell’Istituto hanno ringraziato gli intervenuti con un rinfresco preparato e servito dagli studenti del locale Istituto Alberghiero.